social_brand

Quando si parla di social media e di engagement sul web, si pensa sempre che siano attività che riguardano aziende e imprese già inserite in queste realtà: agenzie di comunicazione e società di web marketing danno l’impressione di essere le uniche destinatarie dirette di operazioni social e simili. La realtà è invece molto diversa.

Le aziende, spesso non sfruttano a dovere tutto l’ambito legato al web marketing, nella convinzione che semplicemente non serva. Questo porta ad avere una scarsa, quando non inesistente, posizione in ambito web, che è di fatto impensabile in un’epoca in cui tutta la ricerca passa attraverso internet.

Per questo motivo vanno evitati alcuni classici errori, che non riescono a restituire online la giusta identità del marchio:

Sito internet statico: questo ostacola la flessibilità degli aggiornamenti e la possibilità di intervenire in maniera facile e intuitiva sul proprio sito.

Blog poco aggiornato o inesistente: è fondamentale ad oggi avere una sezione del sito dedicata alle news a cui si è più interessati e che manifesti agli utenti e ai potenziali clienti un’immagine sempre aggiornata e in linea con l’identità che si vuole comunicare.

Poca cura delle newsletter: se è abbastanza semplice far iscrivere delle persone ad una newsletter, è difficile poi mantenerne le iscrizioni con contenuti interessanti ed accattivanti. Esattamente come per il blog, è importantissimo mostrarsi attivi anche sul profilo degli aggiornamenti diretti verso l’esterno.

Assenza o poca presenza sui social network: sono tantissimi i brand che aprono delle pagine social e le abbandonano dopo pochi mesi, considerandole una perdita di tempo. È invece fondamentale essere presenti su questi canali, che agevolano la visibilità della propria attività, aiutano nella formazione di una precisa identità e, ovviamente, portano al’engagement di nuova clientela.